La normativa che stabilisce i requisiti delle scarpe di sicurezza è la EN ISO 20345, che identifica le “Calzature di sicurezza con puntale resistente a 200 Joule”.

Le calzature che rientrano in questa disciplina sono contraddistinte dalla lettera “S” (safety) e, per individuare la categoria di protezione, la “S” è fatta seguire da lettere e/o numeri. A ciascuna sigla corrispondono i requisiti delle scarpe antinfortunistiche. Tali requisiti devono essere posseduti dalle scarpe da lavoro, poiché garantiscono, secondo quanto stabilito dalla normativa vigente, i parametri improrogabili per assicurare la massima sicurezza sul lavoro in tema di calzature.

La sigla SB rappresenta i requisiti minimi, che sono:

  • Puntale con resistenza di 200 Joule
  • Tomaia in pelle, crosta o tessuto
  • Altezza minima della tomaia

La sigla S1 rappresenta le caratteristiche SB integrate dai seguenti requisiti:

  • Proprietà antistatiche (A)
  • Assorbimento d’energia nella zona del tallone (E)
  • Calzatura chiusa posteriormente (anche calzatura bassa)
  • Suola resistente agli idrocarburi 

La sigla S2 indica le caratteristiche S1 integrate da:

IResistenza alla penetrazione e assorbimento di acqua (WRU)

La sigla S3 indica le caratteristiche S2 integrate da:

  • Lamina o inserto antiperforazione (P)
  • Suola scolpita o tassellata

La sigla S4 indica le caratteristiche S1 integrate da:
Resistenza agli idrocarburi (FO)

La sigla S5 indica le caratteristiche S4 integrate da:

  • Lamina o inserto antiperforazione (P)
  • Suola con rilievi

Le scarpe antinfortunistiche Base Protection rispettano la normativa vigente in materia di sicurezza e sono più leggere e più comode rispetto alle tradizionali scarpe da lavoro presenti sul mercato, grazie alla combinazione delle diverse  progettate dagli ingegneri dell’azienda.